* immagine a puro scopo illustrativo
regionale

Testaroli artigianali al pesto

vegetariana
Nutrizione
305.99 Kcal
Il nome testaroli deriva da "testo", la pentola nella quale vengono cotti una prima volta. I dischi di pasta ottenuti vengono quindi tagliati a strisce o rombi e scottati in acqua salata, per poi essere conditi e gustati. I condimenti si sono arricchiti nel tempo, con formaggi, ragù di cinghiale, noci, fino alla versione più famosa: i testaroli al pesto. È proprio quest'ultima la nostra proposta per questa settimana: un cibo regionale valorizzato anche da Slow Food, velocissimo da preparare e incredibilmente sfizioso!

Cosa ti spediamo per 2 persone

Pesto di basilico
Pesto di basilico
Testaroli
Testaroli

Cosa avere in dispensa

- sale - olio

Dichiarazione nutrizionale

Per 100 g di prodotto non cucinato
Energia
306 Kcal/1293.9 kJ
Grassi
16 g
di cui acidi grassi saturi
5.1 g
Carboidrati
29.4 g
di cui zuccheri
0.4 g
Fibre
1 g
Proteine
10.1 g
Sale
0.6 g

Preparazione

1
Mettere a bollire l'acqua e poi salarla.
2
Tagliare i testaroli a rombi o a strisce con una rondella o un coltello. Cuocerli per il tempo indicato sulla confezione.
3
Scolarli e condirli con il pesto. Servire caldi.

Origini, categorie, marchi di identificazione sanitari, modalità di confezionamento, lotti e scadenze: riportati su ciascun prodotto all’interno del box Quomi.


Imballato per Quomi Srl
via A. Sangiorgio 12 - 20145 Milano
nello stabilimento di:
via Juan Manuel Fangio 11 – 20020 Lainate (MI)

Conservare a temperatura max +4°C