Loading...
Linguine al nero di seppia

Linguine al nero di seppia

  • Prodotti freschi a casa tua in 24h
  • Qualità italiana e Presìdi Slow Food
  • Segui le istruzioni e rilassati

Le linguine al nero di seppia non sono solo belllissime da vedere, ma anche divertenti da cucinare e squisite al palato!

Pomodori San Marzano tagliuzzati e saltati in padella con olio, aglio e peperoncino, poi conditi con nero di seppia. Linguine cotte al dente e ricoperte dal condimento color inchiostro. Servite con una dadolata di peperoni saltati e una spolverata di prezzemolo, sono un piatto davvero gourmet!

Aglio Aglio
Linguine 250gr Linguine 250gr
Peperoncino fresco Peperoncino fresco
Peperone giallo Peperone giallo
Pomodoro San Marzano Pomodoro San Marzano
Prezzemolo Prezzemolo
Nero di seppia Nero di seppia

- sale

1. Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata. Pulire peperone e pomodori privandoli dei semi e tagliarli a cubetti piccoli (grandi circa come un unghia). Sbucciare l'aglio e tagliuzzare il peperoncino.

2. Scaldare dell'olio in una padella con l'aglio, quindi saltare velocemente i peperoni e metterli da parte.

3. Nella stessa padella saltare il pomodoro con un filo d'olio e il peperoncino. Cuocere un paio di minuti, poi aggiungere il nero di seppia e stemperare con un mestolino di acqua di cottura. Far ridurre a fuoco basso per 2-3 minuti e aggiustare di sale.

4. Cuocere le linguine al dente e saltarle nella padella con il condimento. 

5. Servire le linguine cosparse con i cubetti di peperone e il prezzemolo tritato.

Quomi supporta la ​Fondazione Slow Food, associazione internazionale no profit impegnata a ridare il ​giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi ​territori e tradizioni locali



Molti dei nostri prodotti hanno il marchio BIO certificato: ogni giorno facciamo del nostro meglio per reperire prodotti di ​altissima qualità da produttori selezionati e ​responsabili, che promuovono la ​biodiversità dell’ambiente ed escludono l'utilizzo di prodotti di sintesi e di OGM

pix